Crea sito

Il Café des Deux Moulins a Parigi, il bar immortalato ne “Il favoloso mondo di Amélie”

Divenuto celebre grazie al film “Il favoloso mondo di Amélie”, il Café des Deux Moulins a Parigi è il luogo ideale per concedersi una tazza di caffè rivivendo le atmosfere oniriche vissute dalla dolce protagonista.

Situato a Pigalle, il quartiere che ospita alcuni tra i locali più storici di Parigi e che fu famoso soprattutto per la vivace atmosfera bohemienne di fine Ottocento, il Café des Deux Moulins è attualmente la meta privilegiata di tutti quei turisti che si sono innamorati di Amélie e del suo mondo.

Prima di raccontarvi la storia di questo celebre locale, il cui nome deriva proprio dal fatto di trovarsi tra il Moulin-Rouge e il Moulin de la Galette, è bene ripercorrere, seppur brevemente, la trama della pellicola cinematografica che lo ha reso celebre e che lo ha salvato dalla chiusura.


Il favoloso mondo di Amélie

Figlia di un medico e cresciuta in provincia, la giovane Amélie si trasferisce a Parigi e lavora come cameriera in un bar. Un giorno, mentre guarda in tv il servizio sulla morte di Lady Diana, si lascia sfuggire dalle mani un tappo di bottiglia che va a finire sotto una piastrella. Nel tentativo di recuperarlo, Amélie scopre uno scatolo pieno di oggetti apparentemente comuni: alcune figurine, la foto di un calciatore ed un ciclista di ferro. Incuriosita, decide di mettersi sulle tracce del proprietario. Quel 31 agosto 1997 diventa per lei un giorno decisivo: si mette sulle tracce dello sconosciuto, lo trova, gli restituisce il suo piccolo tesoro e gli cambia la vita. Inizia così la sua missione: far felice il prossimo. Ed ecco che nel film si affacciano personaggi davvero bizzarri: un pesce che tenta sempre il suicidio, un impiegato delle ferrovie in pensione che oblitera le foglie delle piante di sua moglie, un pittore che si diletta a falsificare alcune opere di Renoir e un cieco al quale la ragazza presta i suoi occhi, raccontandogli ciò che vede. Le scene, appunto, sono per la maggior parte ambientate nel Café des Deux Moulins. 

Leggi anche:   L'Organo Marino di Zara: il canto del Mediterraneo

Un brunch al Café des Deux Moulins

Il famoso caffè stava per chiudere a causa delle gravi difficoltà economiche quando il regista Jean-Pierre Jeunet chiese ed ottenne di girare il film. Oggi il Café des Deux Moulins, salvatosi dal fallimento proprio grazie al successo derivato dalla pellicola, è frequentatissimo dai turisti che, una volta varcata la soglia, si lasciano trasportare dal fascino degli oggetti che vi sono esposti: le foto degli attori, la statua di un nano da giardino e le immagini tratte dalle scene.

Come arrivare al Café des Deux Moulins

Se avete voglia di gustare una deliziosa creme brulée e di sorseggiare un caffè rigorosamente in tazza grande vivendo, anche solo per qualche ora, nel “favoloso mondo di Amélie”, il Café des Deux Moulins è raggiungibile in Metro, prendendo la linea 2 e scendendo alla stazione Blanche. Si trova al civico 15 di rue Lepic, nel cuore di Montmartre.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale.

 

 

 

Anversa: la dolcissima scultura di Nello e Patrasche che celebra l’amore tra cane e padrone

Nel cuore di Anversa, proprio di fronte al prospetto della Cattedrale, risposano Nello e Patrasche, la dolcissima scultura che celebra Read more

Hundertwasserhaus: le colorate ed ecologiche case popolari di Vienna

Le Hundertwasserhaus rappresentano una delle attrazioni più sorprendenti di Vienna. Colorate, ecologiche e strambe, recano la firma dell'architetto Friedensreich Hundertwasser. Read more

Roma e le fontanelle rionali: 9 giochi d’acqua assai curiosi!

Roma è una città ricca di percorsi turistici alternativi ed originali. Con questo articolo vi portiamo alla scoperta delle fontanelle Read more

Abitare in una conchiglia: la spettacolare Nautilus House a città del Messico

La Nautilus House, spettacolare casa a forma di conchiglia, si trova nei pressi di Città del Messico ed è stata Read more