Cappadocia in mongolfiera: in volo sulla valle di Göreme

La valle di Göreme, in Cappadocia, è il luogo ideale per ammirare il panorama con un mozzafiato giro in mongolfiera.

La città di Göreme, nell’Anatolia Centrale, è conosciuta anche con l’antico nome di Nissa. Dista pochissimi chilometri dalla capitale Nevşehir ed è diventata una meta irrinunciabile per tutti coloro che amano i voli in mongolfiera. Dall’alto dei palloni aerostatici, infatti, si può godere di una vista mozzafiato su un vero e proprio museo all’aria aperta e, proprio per questa ragione, a partire dal 1985 è entrata nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

La valle di Göreme può vantare un paesaggio unico al mondo, caratterizzato da rocce di tufo erose dal tempo e dagli agenti atmosferici. L’azione dell’uomo ha poi completato l’opera, scavandone la superficie e ottenendo dei suggestivi insediamenti. Dall’alto di una mongolfiera, i tetti di pietra con oblò e finestre lasciano stupefatti i visitatori, ma ciò che ammalia di più sono i cosiddetti camini delle fate. La loro particolare forma è dovuta alla continua erosione delle rocce tufacee e, partire dal IV secolo, sono state adibite ad insediamento. Il loro nome fiabesco è dovuto alla leggenda secondo cui i “tetti” di questi camini rocciosi siano stati posti da dita divine.

Se desiderate fare un giro in mongolfiera, sappiate che l’alba e il tramonto sono i momenti più gettonati. Le rocce, colorate di rosso dal sole, danno l’impressione di trovarsi non sulla terra ma su qualche altro pianeta, non a caso questa regione è stata il set di Guerre Stellari.

Il periodo migliore per visitare la valle di Göreme è in estate, ma in inverno il paesaggio diventa ancora più magico quando si copre di neve. Göreme è costellata di chiese scavate nella roccia e decorate al loro interno con affreschi dalle tinte accese, veri e propri scrigni di colore racchiusi in un guscio di tufo.

Leggi anche:   Chefchaouen, il paesino noto come la "Perla Blu" del Marocco

Come arrivare in Cappadocia

La Cappadocia può essere raggiunta in aereo, in pullman (anche se il viaggio è davvero lungo) e in treno, scendendo alle stazioni ferroviarie di Kayseri e Nidge. Il miglior modo per visitare la regione è noleggiando un’auto oppure optando per una soluzione più green, ad esempio in bicicletta o addirittura a cavallo. Tutti i percorsi sono ben segnalati ed è impossibile perdersi, dato che i villaggi sono l’uno accanto all’altro. Un volo in mongolfiera costa tra i 150 e i 200 euro, ma vi assicuriamo che ne vale davvero la pena!

Giverny: il pittoresco villaggio della Normandia dipinto da Claude Monet

Situato a pochi chilometri da Parigi, in Normandia, Giverny è il pittoresco villaggio dipinto da Claude Monet. Scopriamolo insieme in Read more

Il Salento, terra tra due mari tutta da scoprire

Il Salento: una terra situata tra due mari tutta da scoprire. Situato nell'estremo lembo della Puglia, incastonato tra il Mar Read more

Copenaghen: alcuni spunti di viaggio per non perdersi nulla

Copenaghen è una città ricca di fascino e di sorprese, un felice connubio tra innovazione e tradizione. Passeggiando per le Read more

Siviglia è la città che tutti dovrebbero visitare. Ecco alcune cose da non perdersi nella città spagnola

Con il suo fascino e la sua storia, Siviglia è la città spagnola che tutti dovrebbero visitare. Contaminazioni culturali e Read more

Viaggio nella bellezza della Barcellona di Antoni Gaudí

La Barcellona di Antoni Gaudí è da sempre una delle mete più apprezzate dai viaggiatori. Arte, cultura e meraviglia in una Read more