Destinazioni

La Spiaggia del Navagio a Zante, una delle più belle e suggestive del mondo

A Zante esiste una baia considerata tra le più belle e suggestive del mondo: la Spiaggia del Navagio.

Originariamente conosciuta come insenatura di San Giorgio delle Rocce (Agios Georgiou Sta Gremna), la Spiaggia del Navagio a Zante è una delle più belle e spettacolari di tutto il pianeta. Inaccessibile da terra, vi si giunge a bordo di imbarcazioni turistiche o piccole barche di pescatori.

Una volta giunti alla Spiaggia del Navagio si resta incantati di fronte al colore turchese dell’acqua che lambisce la costa e dal vecchio relitto della nave turca Panagiotis, arenatasi lì nel 1980 con un carico di sigarette destinate al mercato nero. Trattandosi di una imbarcazione di contrabbandieri e non avendo dunque le carte in regola, per sfuggire dalla Guardia costiera greca che la stava tallonando, una sera d’ottobre di quell’anno si rifugiò nella baia, sperando così di proteggersi dalle condizioni avverse del tempo e dalle conseguenze del traffico illecito che sarebbe stato scoperto.

La mattina seguente, a causa della risacca, la nave si era arenata in secca, dando luogo a quello che oggi vediamo: una spiaggia di sabbia bianchissima abitata solo dal relitto dell’imbarcazione che, nei giorni successivi, venne depredata del suo suo carico dagli abitanti di Zante. Da quel momento, la baia fu chiamata Spiaggia del Navagio.

Oggi è considerata la spiaggia più bella e suggestiva di Zante ed è meta di tantissimi turisti che ogni giorno la visitano dall’alba al tramonto. Arrivando a bordo delle imbarcazioni, si notano soltanto gli altissimi speroni rocciosi che danno l’impressione di volerla nascondere fino all’ultimo per poi svelarne la bellezza in un colpo solo. Il suo colore azzurro è dovuto alla presenza di numerose grotte sulfuree.

Come arrivare alla Spiaggia del Navagio

In tutta l’isola di Zante, soprattutto nei porti principali, sono presenti piccole navi che offrono crociere per visitare la costa e che sostano alla Spiaggia del Navagio. In alternativa, dalla vicina insenatura di Porto Vromi oppure da Aghios Nikolaos si può usufruire di un servizio giornaliero di taxi-boat. Consigliamo di sostare al Navagio durante la mattinata perché solitamente, con il passare delle ore, il mare tende ad ingrossarsi e dunque il rientro potrebbe rivelarsi difficoltoso.

Non potete andare via da Zante senza aver visto la Spiaggia del Navagio anche dall’alto: a metà strada tra i paesi montani di Volimes ed Anafonitria c’è una stradina che conduce ad un ampio parcheggio. Lasciata l’auto, percorrete qualche centinaio di metri a piedi per giungere in cima al promontorio che sovrasta una delle più belle baie del mondo. Un selfie è ovviamente d’obbligo!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *