Provenza: cosa fare e quali città visitare

Meta privilegiata dai turisti che si recano in Francia, la Provenza è la terra dai pittoreschi paesaggi. Ecco sa vedere e quali città visitare.

Magiche colline, odorosi campi di lavanda, assolate spiagge di sabbia fine e pittoreschi paesini: la Provenza è una delle regioni francesi che non deludono mai i viaggiatori. Classici paesaggi da cartolina e clima mite fanno di questa terra una dalle più amate dagli artisti, soprattutto perché ci visse Vincent van Gogh. La sua famosa Casa Gialla ad Arles ha ospitato anche Paul Gauguin. Insieme, i due pittori si recavano nelle campagne circostanti e lungo la costa per dipingere le loro opere, affascinati totalmente dalla luce abbacinante che si posa sui campi e sul mare.

Abbarbicati sulle colline, i villaggi provenzali accolgono i viaggiatori con i loro balconi fioriti, le stradine acciottolate, la gastronomia ed il folklore. L’ideale sarebbe percorrere la regione in bici ma, se vi risulta troppo faticoso, noleggiare un’auto vi renderà sicuramente più liberi ed indipendenti. Tra le città che vi suggeriamo di visitare ci sono: Marsiglia, Avignone, Martigues, Saintes-Maries-de-la-Mer, Arles, Orange, Les-Baux-de-Provence, Aix-enProvence, Aigues Mortes e Salon-de-Provence. Ognuno di questi paesi ha una sua storia ed una sua particolarità. Non vogliamo svelarvi nulla, vi lasciamo con la voglia di scoprire le meraviglie che si nascondono tra le loro incantevoli viuzze.

La stagione ideale per visitare la Provenza è l’estate, quando le giornate si allungano ed il sole regala splendidi tramonti sui profumati campi di lavanda, che fioriscono tra giugno e luglio. In questo periodo, potrete godere anche del lieto canto delle cicale.

Tra le prelibatezze gastronomiche non perdetevi l’aioli, la bouillabaisse, la frutta candita, la ratatouille, il riso di Camargue, la rouille, la botargue, la tapenade e la zuppa al pistou.

Leggi anche:   Giverny: il pittoresco villaggio della Normandia dipinto da Claude Monet

Prima di lasciare la Provenza, non dimenticate di acquistare qualche souvenir tipico: le erbe aromatiche, il sapone di Marsiglia, la lavanda essiccata, maioliche e terrecotte, i profumi di Grasse, i tessuti provenzali, l’olio d’oliva, qualche statuina del presepio acquistata da Aubagne e i calisson di Aix-en-Provence.

Non ci resta che augurarvi buon viaggio!

Giverny: il pittoresco villaggio della Normandia dipinto da Claude Monet

Situato a pochi chilometri da Parigi, in Normandia, Giverny è il pittoresco villaggio dipinto da Claude Monet. Scopriamolo insieme in Read more

Il Salento, terra tra due mari tutta da scoprire

Il Salento: una terra situata tra due mari tutta da scoprire. Situato nell'estremo lembo della Puglia, incastonato tra il Mar Read more

Copenaghen: alcuni spunti di viaggio per non perdersi nulla

Copenaghen è una città ricca di fascino e di sorprese, un felice connubio tra innovazione e tradizione. Passeggiando per le Read more

Siviglia è la città che tutti dovrebbero visitare. Ecco alcune cose da non perdersi nella città spagnola

Con il suo fascino e la sua storia, Siviglia è la città spagnola che tutti dovrebbero visitare. Contaminazioni culturali e Read more

Viaggio nella bellezza della Barcellona di Antoni Gaudí

La Barcellona di Antoni Gaudí è da sempre una delle mete più apprezzate dai viaggiatori. Arte, cultura e meraviglia in una Read more